Virtual Choir del Coro Crossover del Gandhi

"Lo scorso anno ci siamo salutati al suono di una campanella virtuale.
Quest’anno, domani, saremo invece un po’ qui a scuola e un po’ a casa.
E’ stato questo un altro anno di sfide e di prove. Ci sono stati momenti dolorosi, anche di perdita di persone care, fatiche nell’insegnamento e nell’apprendimento.
Gravi disagi causati dalla pandemia.
Con spirito di squadra abbiamo cercato di affrontare e di risolvere ogni questione posta, ogni difficoltà rilevata. Con pazienza.
E’ stato un vero laboratorio di esperienze e di idee: nostre e vostre.
Siamo sicuramente cresciuti e di ogni fatica abbiamo cercato di cogliere sempre il senso.
Oggi, attraverso questo spazio dedicato a tutti voi, vogliamo raccogliere le fatiche di ognuno e liberarle nella voce del Coro, in un grido di speranza, quella speranza che, personalmente, vorrei sentire viva in ogni studentessa, in ogni studente, in tutta la nostra meravigliosa Comunità Educante.
Grazie di cuore:
ai miei docenti appassionati che hanno saputo guidare studentesse e studenti;
alle mie studentesse e ai miei studenti che, con fiducia, si sono lasciati guidare;
alle famiglie che hanno creduto nell’importanza di una forte alleanza educativa;
a tutti coloro che, a vario titolo, hanno collaborato con noi contribuendo alla ricchezza della nostra progettazione educativa".
la Dirigente Scolastica, Prof.ssa Virginia Rizzo

Il giorno 07-06-2021 giugno alle ore 10.00, presso l’aula magna dell’Istituto M.K. Gandhi di Besana brianza e in diretta streaming, è stato presentato in anteprima un “virtual choir” realizzato dal Coro Crossover dell’IISS Gandhi durante quest’anno scolastico.

L’emergenza Covid non ha fermato la passione per la musica e il desiderio di viverla insieme che ormai da più di dieci anni caratterizza la fortunata esperienza del Coro Crossover dell’IISS Gandhi di Besana Brianza. 

Grazie alla preziosa guida del maestro Raffaele Cifani, direttore del coro fin dalle sue origini, del maestro Alessandro Cadario e dello staff organizzativo di Coralmente, l’esperienza corale, giunta proprio quest’anno al decennale, è potuta continuare nonostante le restrizioni imposte dalla pandemia.

Le prove del coro si sono così svolte a distanza, con l’obiettivo di realizzare un virtual choir: ogni corista ha registrato la propria voce che è stata poi mixata in post produzione. Il brano realizzato è Billie Jean di Mickael Jackson, un intramontabile classico della musica Pop arrangiato per sole voci dal maestro Cifani. La studentessa della 4^S del liceo artistico, Miriana Sandonato, sotto la sapiente guida del prof. Arosio, ha montato il video presentato in anteprima a tutta la scuola lunedì 7 giugno. 

Quella di quest’anno è stata una modalità originale e coraggiosa di vivere il coro, modalità che ha permesso di raggiungere gli stessi obiettivi di sempre: approfondire la passione per la musica, educarsi all’ascolto, imparare a cantare insieme. Insieme anche se a distanza!

(...) "La creazione del virtual choir è partita dalla richiesta di pensare a uno storyboard d’effetto. Essendomi stato posto davanti un grande capolavoro musicale come “Billie Jean”, canzone del re del pop, il grande Michael Jackson, non ho potuto far altro che omaggiare questo grande artista attraverso lo storyboard del nostro virtual choir che si basa proprio su di lui e sui suoi famosissimi videoclip. 
Infatti ci sono vari riferimenti al cantante come gli outfit indossati dai coristi, vari iconici passi di danza come il Moonwalker e altri all’interno del ritornello, il vetro spaccato, come nel videoclip di Screem, come se noi coristi, all’inizio racchiusi all’interno delle partiture ci svegliassimo per raccontare la sua storia e per ballare sulle note di Billie Jean. Questo concept ha un doppio significato, infatti, le nostre immagini bloccate nei fogli rappresentano anche la situazione di loockdown che ha separato e appunto bloccato la vita che avevamo prima, la distanza tra noi, illustrata anche dalle nostre immagini separate su pagine diverse, rappresenta anche questo lungo e faticoso anno scolastico che ci ha divisi con la didattica a distanza e con il distanziamento sociale, verso l’inizio del ritornello però i coristi si animano e le immagini singole si dispongono tutte allo stesso momento per cantare insieme per il resto del brano, questo sta a significare e vuole mostrare come la musica riesce ad unire anche le persone più lontane, lontane anche nel tempo, in quanto hanno partecipato anche alcuni ex coristi, tutte unite in una cosa sola: questo è stato proprio il senso di creare questo progetto multimediale. 
Sono onorata di aver ricevuto l’incarico di riunire virtualmente il coro, che per me è come una famiglia, e come a me, anche a tutti gli altri, questo gruppo di persone ha dato tanto. Perché il coro “Crossover” non è un coro come tutti gli altri, non è solamente un gruppo di persone che imparano a cantare insieme e si esibiscono, ma è una vera e propria famiglia. Ragazze e Ragazzi accomunati dalla passione per la musica, che si ritrovano condividendo parte della loro vita insieme, stringendo legami fortissimi, proteggendosi a vicenda, conoscendosi, ridendo, scherzando e cantando in armonia. Mi ricordo bene la mia audizione, ormai 4 anni fa. Quando venne quasi il mio turno per entrare, stavo aspettando fuori dall’aula che uscisse la persona prima di me, ma non ero da sola, altri coristi erano lì a farmi forza e spronarmi a dare il meglio di me, la cosa mi colpì perché mi avevano conosciuto solamente 5 minuti prima e io non sapevo nemmeno tutti i loro nomi, ma da lì ho capito che quello sarebbe stato il mio posto per i prossimi 5 anni, che quelle persone ci sarebbero sempre state per me e io per loro" (...).  Miriana Sandonato - 4^S

RASSEGNA STAMPA

Il Cittadino